BIO

 

 

Comincia a muovere i primi passi musicali a 9 anni nelle bande del suo paese e dei paesi vicini, suonando il sassofono e gli strumenti a percussione. Le bande musicali rappresenteranno per lui sempre un esempio virtuoso di comunità intergenerazionale fondata sull'arte, sul viaggio e sulla convivialità.

 

A 14 anni imbraccia per la prima volta il basso elettrico, col quale comincia a suonare rock e pop in diverse formazioni locali, tra le quali gli Sciaradha, formazione prog-rock con i  quali incide diversi EP e partecipa a diversi festival nazionali tra cui il TIM TOUR 2004

 

Più tardi conosce e studia differenti mondi musicali tra cui la musica cubana, suonando con i Calle 54, e la musica brasiliana,  entrando nella band Mistura Fina del cantautore brasiliano Everton Talarico.

 

A 18 anni si iscrive al Conservatorio di Musica "F. Torrefranca" di Vibo Valentia dove studia contrabbasso classico sotto la guida del Maestro Michele Cosso. Parallelamente si iscrive all'Università della Calabria studiando Discipline dell'Arte, delle Musica e dello Spettacolo a indirizzo musicologico, dove si laurea nel 2010 con il massimo dei voti con una tesi sul compositore contemporaneo Harry Partch.

 

Nel 2008 trascorre un anno di studio a Monaco di Baviera (Germania) presso la Ludwig Maximilian Universität, durante il quale collabora con diverse orchestre sinfoniche tra cui la München Sinfonietta e la AGV München Jungesorchester. 

 

Tornato in Italia, entra a far parte del gruppo di ricerca e riproposizione di musica etnica calabrese Radici Calabre, grazie al quale esplorerà a fondo il patrimonio tradizionale musicale della sua regione. Con questa formazione tra il 2009 e il 2010 viaggia e si esibisce in numerosi piazze e festival in tutta Italia, in Svizzera e in Grecia. Attraverso la musica tradizionale calabrese comincia ad interessarsi e a studiare i tamburi a cornice che diventeranno una componente essenziale della sua identità musicale.

 

 Successivamente si trasferisce a Milano, dove studia e si diploma in contrabbasso classico presso il Conservatorio "Giuseppe Verdi" sotto la guida del Maestro Eustasio Cosmo. Parallelamente entra a far parte dell'Orchestra Giovanile Italiana di Fiesole, durante la quale studia con il Maestro Alberto Bocini e con la quale svolgerà diverse tournée in Italia e all'estero, sotto la direzione di diversi direttori tra cui A. Boreyko e Andrea Battistoni.

 

Nel 2011 si trasferisce a Bologna, dove amplierà i suoi orizzonti musicali suonando e collaborando con una miriade di musicisti di ogni estrazione musicale e sociale. Conosce l'universo del busking, l'arte di strada, e sposa pienamente la filosofia della musica libera e accessibile a tutti. E' tra i fondatori della band La Van Guardia, formazione di crossover balkan/swing/cantautorale con la quale inciderà l'album omonimo.  La band, esibendosi in strada a Bologna, acquista in breve tempo un consistente seguito che gli permetterà di acquistare un furgone col quale svolge diverse tournée on the road in tutta Europa, alternando l'attività in strada ai concerti e alla partecipazione nei più svariati festival, tra cui il Ferrara Busker Festival, il Trento Busker Festival e la Biennale di Asolo.

 

Nel 2014 si laurea in Scienze della Formazione presso l'Università di Bologna "Alma Mater", con una tesi sull'educazione musicale nei contesti di disagio, dopo un periodo di ricerca svolto in Palestina presso la scuola Al Kamandjati, istituzione che si occupa di insegnamento musicale nei campi profughi palestinesi.

 

Nel 2015 collabora con i Re Niliu, storica formazione di musica etnica calabrese reinterpretata in chiave sperimentale, con i quali partecipa, tra gli altri, al Roccella Jazz Festival e al Carpino Folk Festival.

 

Nel 2016 svolge una tournée in Giappone con il Teatro Lirico Sperimentale A. Belli di Spoleto sotto la direzione del Maestro Carlo Palleschi, portando in scena la Bohéme di Giacomo Puccini nei più importanti teatri nipponici, tra cui il Bunka Kaikan di Tokyo e l'Osaka Festival Hall.

 

Dal 2016 collabora in duo e in trio con Francesco Loccisano, virtuoso interprete della chitarra battente, strumento che grazie al suo stile unico e alle sue composizioni si è elevato da strumento di accompagnamento popolare a strumento solista.

 

Nel 2017 collabora con la compagnia di danza di Miguel Angel Berna di Saragozza (Spagna), suonando nello spettacolo Cardìa , che vede la partecipazione Francesco Loccisano alla direzione musicale, Maria Mazzotta alla voce, Ziya Azazi alla danza. Per un periodo fa parte anche dello spettacolo Dos Tierras. Con la compagnia si esibirà in importanti teatri e festival in Spagna e in Italia, tra cui il Teatro Principal de Zaragoza, il Teatro Olimpico di Roma e il Pisa Folk Festival.

 

Nello stesso anno collabora con il virtuoso del didjeridoo Gianni Placido nel suo progetto Ab-Origine, con il quale registrerà l'album Solid Sound of Silence.

 

Parallelamente, collabora con lo scrittore calabrese Domenico Dara, vincitore di numerosi premi letterari nazionali, per il quale scrive e interpreta dal vivo le musiche per il reading/concerto su brani tratti dal libro Appunti di meccaniche celesti.

 

Contemporaneamente, assieme alla ballerina di danze spagnole Estibaliz Barroso e il chitarrista flamenco Sebastiàn de la Estaciòn, fonda la compagnia Trifàsica con la quale crea lo spettacolo Corrientes Alternas, che fonde flamenco, danze spagnole e sperimentazioni sonore.

 

Incontra intanto il griot senegalese e virtuoso di kora Boto Cissokho, con il quale crea un sodalizio artistico espresso nel duo BoToTo, formazione da camera di kora e contrabbasso che propone composizioni originali e tradizionali dell'Africa dell'Ovest in chiave meditativa-contemplativa.

 

Nel 2018 entra a far parte della compagnia di circo contemporaneo MagdaClan, una tra le compagnie più importanti in italia per quanto riguarda questa nuova forma d'arte che fonde acrobatica, teatro, musica dal vivo e svariate altre discipline. Da co-autore delle musiche e musicista di scena prende parte allo spettacolo Emisfero, oltre a numerosi altri cabaret e spettacoli site-specific creati dalla compagnia. Per due anni svolge una vita di arte, viaggi e condivisione, percorrendo tutta l'Italia e oltre, montando lo chapiteau ed esibendosi in questo magico teatro portatile in numerosissime piazze italiane e nei più importanti festival di arti performative, tra cui il Festival d'Avignon, Artisti in Piazza di Pennabilli, Mamatita festival di Merano, Open festival di Mantova.

 

 

Altre collaborazioni:

 

Mico Corapi, Fabio Curto, Luca Ferraris, Lame da Barba, Trio Tsatsali, Chiara Scarpone, 15Orchestra di Piacenza, Orchestra La Grecìa della provincia di Catanzaro, Orchestra del Teatro F. Cilea di Reggio Calabria.

 

 

Altre esperienze formative:

 

 

 Oltre agli studi classici in contrabbasso,  ha frequentato lezioni private e masterclass di perfezionamento con Francois Rabbath, Stefano Sciascia, Alberto Bocini, Giuseppe Ettorre, Jeff Bradetich, Daniele Roccato, Nabil Shehata, Matteo Liuzzi.

 

Con il basso elettrico ha studiato prevalentemente da autodidatta e frequentato lezioni private e masterclass  Massimo Moriconi, Alain Caron, Tom Kennedy, Jeff Berlin, Silvio Ariotta.

 

 

Tamburi a cornice:

 

Prevalentemente autodidatta, ha frequentato lezioni private e masterclass con Glen Velez, Zohar Fresco, Andrea Piccioni, Paolo Cimmino, Fabio Tricomi, Domenico Candellori.